centro arti performative contemporanee

Marina nonviolenta festival

VI edizione

DESCRIZIONE

 Dal 7 marzo al 6 giugno 2024

Teatro Sant’Eulalia

 

> OFFERTA CARNET SPETTACOLI: 

SPETTACOLI ORE 21:00

Giovedì 7 Marzo – h. 21.00
Spettacolo Teatrale “6° (sei gradi)”

di Giobbe Covatta e Paola Catella

con GIOBBE COVATTA

e la partecipazione di Ugo Gangheri

E’ un numero il titolo dello spettacolo di Giobbe Covatta, dopo “7” (come i sette vizi capitali) e “30” (come gli articoli della carta dei diritti dell’uomo), tocca ora al numero “6″! Anche in questo caso il numero ha un forte significato simbolico: rappresenta l’aumento in gradi centigradi della temperatura del nostro pianeta.

Lo spettacolo si colloca in diversi periodi storici del futuro, nei quali la temperatura media della terra sarà aumentata di uno, due, tre, quattro, cinque e sei gradi. I personaggi di queste epoche sono i nostri discendenti (figli, nipoti o pronipoti che siano), eredi del nostro patrimonio economico, sociale e culturale.

Da Giobbe Covatta un nuovo spettacolo dove comicità, ironia e satira si accompagnano alla divulgazione scientifica.

Giovedi 4 Aprile – h 21.00

Spettacolo Musicale “Armonica e libertà”

Moses Concas and band di e con Moses Concas

Lucio Manca al basso, Matteo Muscas

alle Launeddas, Trunfa e Sulittu

Un viaggio tra passato e presente dove l’Armonica e le Launeddas si incontrano per attraversare svariati generi musicali e temi sociali di rilevanza storica. Dalle ballate dedicate a Grazia Deledda e a Maria Lai si passa ad una musica moderna e poliglotta che esalta la matrice molteplice del popolo sardo.

Giovedi 2 maggio – h 21.00

Spettacolo di danza “Shivoham”

Il Mutamento e asd NAD,

Darpana Academy of Performing Arts

di e con Antonella Usai

Coreografie: Sangeeta Isvaran, Revanta e Mallika Sarabhai, Antonella Usai

 

Lo spettacolo, intrecciando i linguaggi di teatro danza indiano, canto e video, indaga il tema della Coscienza.
Quale relazione esiste tra il nostro livello di consapevolezza, la visione spirituale e la distruzione o protezione ambientale e sociale? Partendo dalle parole del grande filosofo Shankara, Shivoham è una riflessione danzata sul tema del non dualismo e più in generale sul significato del termine sanscrito “Sat”, traducibile come Verità ma anche come Esistenza e Realtà.

Shivoham ci invita a riconoscere quanto siano indissolubilmente intrecciate la nostra coscienza e le manifestazioni del Reale. Uno spettacolo poeticamente politico dedicato a Mrinalini Sarabhai, grandissima danzatrice e attivista sociale indiana, un omaggio alla Danza come via di conoscenza e trasformazione.

Giovedi 6 giugno – h 21.00

Spettacolo Teatrale: “La voce nel sentiero”

di Teatro S’Arza

con Maria Paola Dessì, Stefano Petretto, Francesco Petretto

Regia Romano FoddaI

 

Tre personaggi sperduti nei boschi. La loro memoria offuscata, una fuga precipitosa. Smarriti e destinati a vagare per sempre. I ricordi iniziano a riaffiorare riportandoli alle esperienze dell’infanzia. Li guida la memoria collettiva di un popolo e dei loro antenati.

Sarà l’antica saggezza del canto ad aiutarli per potersi orientare. Sullo sfondo i danni della miseria, le lacerazioni dell’infanzia abbandonata, l’eco delle distruzioni della guerra.

  • SPETTACOLI ORE 17:00

Teatro ragazzi

Domenica 10 Marzo – h 17.00

Spettacolo Teatrale depatriarcalizzato “Il piccolo Principe”
di Theandric, Teatro Nonviolento

con Andrea Vargiu, Fabrizio Congia

adattamento e regia Maria Virginia Siriu

La storia più letta e amata di tutti tempi approda sulla scena in un rito che costruisce, come solo il teatro può fare, una stretta relazione tra attori e spettatori, per esplorare insieme infiniti mondi.

Qual’è il modo più semplice per capire cos’è un rito? Prenderne parte. Giocare insieme sul filo della comunicazione tra visibile e invisibile, nascosto e rivelato, conscio e inconscio. Non importa quale sia la tua età, è sempre in divenire il cammino della consapevolezza e può regalare nuove visioni in ogni momento del viaggio della vita.

Domenica 24 Marzo – h 17.00

Spettacolo teatrale “Ciuffetto Rosso”
Di Anfiteatro Sud

con Francesco Civile e Luigi Pusceddu

sceneggiatura e regia Susanna Mameli

Si narra che questo sia un bosco molto antico, con pochi sentieri battuti solo da cacciatori e taglialegna.

Tutti temono d’avventurarsi in quei sentieri perché un lupo enorme e dall’aspetto terrorizzante può presentarsi all’improvviso al viandante, così il bosco dorme incantato per secoli finché non costruiranno lì accanto il mega maxi extra centro commerciale SETTE BERRETTE.

I sentieri vengono ampliati con le ruspe, e splendide aree picnic punteggiano i luoghi piu’ selvaggi del bosco, collegati da un piccolo autobus diesel. E’ qui che Ciuffetto Rosso, e il lupo s’incontreranno.
La straordinaria bellezza poetica di conoscere qualcuno diverso da noi come portatore di differenze e novità culturali.

Salvare la Natura, aver cura del pianeta in cui abitiamo. Sentire quello che ci circonda come un’estensione della nostra casa, da curare e preservare.

Domenica 21 Aprile – h 17.00

Spettacolo Teatrale “La gatta senza gli stivali”

di Magazzini di fine Millennio

di e con Fioravante Rea

musiche dal vivo di Ciro Formisano

Consapevole del valore della tradizione letteraria che dà spessore a racconti come questi, lo spettacolo “La gatta senza gli stivali” traghetta ulteriormente avanti nel tempo il suo linguaggio originario, adattandolo al gusto dei contemporanei in una sorta di “macchina narrativa” in cui s’incontrano piacevolmente insieme parole e musica, segno grafico e gesto.

Con l’uso di una sapiente mescolanza di codici espressivi, lo spettacolo riesce a comunicare al pubblico la magia della storia antica, mettendone a nudo i significati universali e sempre attualissimi, utilizzando una forma originale e divertente, mai banale, che accompagna lo spettatore nelle pieghe di un racconto tutto da riscoprire.

Una maniera originale in grado di raccontare una storia senza confini, adatta a un pubblico sia giovanile che adulto, capace di leggere tra le righe e godere il gioco combinatorio dell’immaginazione.

Domenica 5 maggio – h 17.00

Spettacolo Teatrale “Rodari tutto l’anno”

di Theandric Teatro Nonviolento

di e con Maria Virginia Siriu

 

Un viaggio magico attraverso le stagioni e i personaggi incantevoli ispirati ai testi di Gianni Rodari, pensato appositamente per i bambini dai 0 ai 5 anni. Ogni momento dell’anno è un’avventura unica, e ogni personaggio ha una storia affascinante da raccontare.

I paesaggi prendono vita sotto i nostri occhi, trasportando i bambini in mondi fantastici e catturando la loro immaginazione in modo coinvolgente. “Rodari tutto l’anno” è progettato con cura per stimolare il pubblico più giovane a livello sensoriale e cognitivo.

Le luci, i colori, i suoni e le musiche sono attentamente selezionati per catturare l’attenzione dei bambini, mentre i movimenti e le azioni degli attori sono pensati per coinvolgere e stimolare la loro curiosità. L’interazione diretta con il pubblico, attraverso piccoli giochi e momenti partecipativi, rende l’esperienza teatrale ancor più coinvolgente e memorabile.

 

Biglietteria

Teatro Sant’Eulalia

Vico Collegio, 2 Cagliari

nei giorni di spettacolo, due ore prima dell’inizio

Carnet 4 spettacoli ore 21:00 55€;

Carnet 4 spettacoli teatro ragazzi ore 17:00 20€;

Spettacolo Giobbe Covatta ingresso 25€,

con Carnet ridotto 20€

Spettacolo Moses Concas and Band 20€,

con Carnet ridotto 15€

Spettacoli Teatro contemporaneo 15€,

con Carnet ridotto 10€

Spettacoli teatro ragazzi ingresso 8€,

con Carnet ridotto 5€;

Spettacoli mattinée: scuole 4€

Maria Virginia Siriu

Direzione Artistica
direzione@theandricteatro.org

3395628680
0702040717

Alex

Web Manager & Designer
distrib.theandric@gmail.com